Message in a bottle

Message in a bottle

30/10/08

Athensquare

Il titolo del blog era un po' ambizioso, ovvero richiamare le antiche piazze ateniesi nelle quali i filosofi amavano discutere delle varie tematiche. In questo senso, il blog voleva essere uno spazio libero, luogo di incontro tra credenti e non credenti, nel rispetto delle reciproche differenze e vedute.
Ho notato però uno scarso interesse, sia perchè non ho pubblicizzato sicuramente il blog, che si alimenta dai motori di ricerca (un "mordi e fuggi", un fruire di articoli e... arrivederci e grazie) ma anche perchè l'aspetto spirituale oggi è ritenuto pressochè inutile. Nel migliore dei casi c'è indifferenza piuttosto che contrapposizione.
Eppure bisognerebbe rileggersi alcune bellissime pagine di C.Jung che parla della struttura religiosa della coscienza, dell'archetipo Dio, dei disturbi che ci possono essere quando la sfera spirituale non è armonizzata con quella materiale. Oppure quelle di Bruno Forte, quando dice che in ogni credente c'è una parte di ateo e in ogni ateo una parte di credente poichè entrambi sono accomunati dalla fatica della ricerca della verità.
Sarà questa la volta buona?

1 commento:

Anonimo ha detto...

good start